I recipienti IN PRESSIONE serbatoi e recipienti semplici, sono soggetti al decreto DM 329/2004, attuativo del DL 93 del 25.02.2000 che recepisce la CE 97/23 PED.

Il DM 329/04 recepisce la direttiva europea PED , stabilisce le procedure da seguire per  la Messa in Servizio di attrezzature in pressione .

All´atto della messa in esercizio di un nuovo compressore (se ha serbatoio interno superiore ai 25 litri) o un nuovo serbatoio , l´utilizzatore deve inviare la richiesta di messa in esercizio ad INAIL tramite portale CIVA

Cerchiamo ora di approfondire alcuni aspetti legati alla obbligatorietà di Messa In Servizio : sono oggetto del decreto tutte le attrezzature a pressione con pressione PS, press massima ammissibile superiore a 0,5 bar , quindi salvo rare eccezioni tutti i compressori ed i serbatoi.

IL DECRETO prevede una denuncia di messa in servizio recipiente in pressione, ogni qualvolta ci troviamo in presenza di :
– impianto nuovo
– impianto modificato ( inseriti nuovi componenti)
– impianto traslocato

Prima di avviare la procedura sul portale CIVA bisogna accertarsi di essere in possesso di :

  1. una relazione tecnica, con lo schema dell’impianto, recante le condizioni d’installazione di esercizio, le misure di sicurezza, protezione e controllo adottate;
  2. una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, redatta ai sensi dell’art.38 e 47 DPR 28 dicembre 2000, attestante che l’installazione è stata eseguita in conformità a quanto indicato nel manuale d’uso
  3. la dichiarazione dell’installatore di esecuzione a regola d’arte
  4. un elenco dei componenti operanti in regime di scorrimento viscoso, o sottoposti a fatica oligociclica, se ne ricorre il caso;
  5. copia dichiarazione di conformità CE delle attrezzature o dell’insieme

Chi deve fare la registrazione CIVA ?

Il cliente utilizzatore finale ! Normalmente la fa l RSPP o consulente sulla sicurezza .

Il fornitore , nella vendita di una attrezzatura in pressione è tenuto ad informare il cliente che esiste la procedura per la Messa in Servizio , a fornire tutti i manuali e le certificazioni delle attrezzature , a fornire la certificazione lavori a regola d’arte ma solo se ha eseguito l’installazione , altrimenti la fornirà l’installatore idraulico o elettricista . Il fornitore NON è tenuto a fornire disegni di impianto o relazioni tecniche se non specificatamente incluso nei servizi acquistati .

Se avete bisogno di essere guidati nello svolgimento delle pratiche di legge , ARIAC propone un servizio complementare alla vendita

Il servizio consiste :
– Preparazione e raccolta documentale
– Relazione tecnica e verifica dimensionale 
– Verifica adeguatezza dei componenti dell’impianto
– Controllo validità dei certificati dei recipienti e delle valvole pre-esistenti
– Preparazione del file “relazione” da allegare sul portale CIVA

– procedura guidata sull’inserimento dei dati nel portale , istruzioni semplificate passo passo ed eventuale assistenza informatica a distanza .

 

 

Previous Post

Nuova Direttiva Europea 2014/68/UE (PED)

Next Post

DLGS 81/08 - sicurezza dal punto di vista del compressorista