Messa in servizio PED

La PED, recepita in Italia con il DM 329/04, prevede una procedura per la messa in servizio degli impianti in pressione : all´atto della messa in esercizio l´utilizzatore deve inviare la richiesta di messa in esercizio all´INAIL e all´AUSL di competenza
La direttiva tratta le attrezzature a pressione con pressione PS, press massima ammissibile superiore a 0,5 bar , quindi salvo rare eccezioni tutti i compressori ed i serbatoi.

IL DECRETO prevede una denuncia di messa in servizio recipiente in pressione, ogni qualvolta ci troviamo in presenza di :
– impianto nuovo
– impianto modificato ( inseriti nuovi componenti)
– impianto traslocato
I moduli per eseguire la denuncia sono scaricabili dal sito INAIL, sono da presentare in originale e completi di marca da bollo da 16 euro.

Chi è tenuto a fare la DENUNCIA (o dichiarazione) di MESSA IN SERVIZIO  ??

La dichiarazione di messa in servizio è a carico dell’utilizzatore dell’impianto, ed è da presentare all’ente competente (INAIL)

Elenco documenti :
– dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (una dichiarazione in cui ci si assume la responsabilità di aver verificato che i lavori siano stati eseguiti in conformità alle specifiche dei costruttori)
– richiesta di verifica messa in servizio (in cui si chiede ad INAIL di fare una ispezione sull’impianto)
– relazione tecnica con schema impianto

ATTENZIONE : Da Maggio 2019 la pratica di MESSA in Servizio , deve essere fatta in via telematica , dal portale CIVA del sito INAIL

INFORMATIVA CIVA   ACCESSO PORTALE CIVA  

GUIDE E MANUALI OPERATIVI 

Il servizio pratica messa in servizio

E’ importante capire che le pratiche di legge sono sempre un impegno che ricade sul cliente / utilizzatore dell’impianto, il quale è costretto a crearsi una cultura, che di norma nessuno ha, la quale difficilmente gli tornerà utile in altre occasioni. Pertanto, succede quasi sempre che il cliente si faccia guidare da specialisti.

Nel panorama dove molte aziende di consulenza offrono i loro servizi, ARIAC si pone dalla parte del cliente e proponiamo il servizio, spesso complementare alla vendita di un impianto, a costi oltre che dimezzati rispetto ai prezzi di mercato.

Il servizio consiste :
– Preparazione e raccolta documentale
– Relazione tecnica e verifica dei dimensionamenti
– Verifica adeguatezza dei componenti dell’impianto
– Controllo validità dei certificati dei recipienti e delle valvole pre-esistenti
– Preparazione del file “relazione” da allegare sul portale CIVA

– procedura guidata sull’inserimento dei dati nel portale , istruzioni semplificate passo passo ed eventuale assistenza informatica a distanza .

Per aspetti legati alla vostra privacy , l’inserimento dei dati nel portale deve essere fatto dal cliente

La firma della pratica prevede l’utilizzo di firma digitale