50 anni di successi

L’azienda nasce nel 1972 , da Benassi Anselmo e Cristiani Sergio , l’ARIAC è acronimo di Assistenza Riparazione Impianti Aria Compressa.

Nel 1974 diventa concessionaria ATLAS COPCO

In questi anni aumenta l’uso dell’aria compressa nell’industria, per settori come la ceramica, i laterizi , il packaging e la meccanica diviene una energia primaria , alla pari di luce , acqua e gas .

Gli anni 80 portano grande fermento ed il boom del compressore a vite , brevettato da ATLAS COPCO per fini militari nel 1956 , ma applicato nell’industria solo a partire da metà anni 70 .

Rimarrà un brevetto esclusivo fino al 1982 , anno in cui tutti i marchi si allineano e seguono ATLAS COPCO che diventa il marchio di riferimento per innovazione e qualità : questo vantaggio rimane nel tempo grazie al reparto ricerca e sviluppo , che assorbe il 5% dell’intero PIL del Gruppo Svedese

Nel 1989 l’azienda passa alla seconda generazione, con Busi Patrizia e Benassi Andrea, che danno una spinta allo sviluppo aziendale.

Nel DNA dell’ARIAC rimane forte una impostazione tecnica rivolta alla risoluzione dei problemi e al servizio assistenza, che prevale sull’aspetto puramente commerciale. Forti di un prodotto come ATLAS COPCO, posizionato ai più alti livelli qualitativi, ARIAC da valore aggiunto al marchio e lo rende “first in mind, first in choice”.

Nel 1994, ARIAC sposa la causa dell’efficienza energetica , credendo in una tecnologia agli albori, viene venduto a Bologna il primo compressore inverter Italiano ed uno dei primi al mondo. Si certifica il 27% di risparmio energetico.

Per far fronte alla forte crescita e all’aumento dei clienti, nel 1999 l’azienda investe in una nuova sede, tripla rispetto alla precedente. ARIAC è ora in grado di potenziare il magazzino e l’offerta dei prodotti: entrano in portfolio altri prodotti dell’universo ATLAS COPCO, come ad esempio gli utensili pneumatici per l’assemblaggio industriale o i sistemi di trattamento delle condense.

Il binomio fra prodotto eccellente e servizio all’altezza delle aspettative, porterà nel 2002  ad ampliare le isole di montaggio e revisione, nel 2003 ad aderire per primi al programma Concessionario 100% e nel 2004 ad entrare in ISO 9001:2000 e successivamente in ISO 9001:2008.

Nel 2008 Atlas Copco lancia il progetto per la formazione dei nuovi centri tecnici con nuovi standard di qualità sempre più elevati: il programma prevede tra l’altro la formazione dei tecnici presso la sede ATLAS COPCO e un collegamento informatico diretto con le fabbriche di produzione per gestire con efficienza crescente le esigenze di tempistiche sempre più strette . ATLAS COPCO è ormai da tempo una multinazionale, con 56 fabbriche, migliaia di prodotti complementari al mondo aria compressa, 34.000 dipendenti.

Le due crisi economiche del 2001 e del 2008, ci permettono di dedicare più tempo allo sviluppo dei servizi e alla cura del cliente, vengono organizzati una serie di incontri e meeting, che puntano alla qualifica tecnica, allo sviluppo dell’ergonomia e sul di risparmio energetico applicato alla produzione di aria compressa.

Nel 2010 è di nuovo anno di record, i contratti di manutenzione programmata trovano forte riscontro, la quasi totalità dei clienti aderisce ad uno dei nostri programmi di manutenzione; nello stesso anno ARIAC diviene distributore nazionale AIRNET .

Il 2012 è l’anno del 40° anniversario di ARIAC, corrisponde con un periodo di grande fermento che culmina con il lancio della nuova generazione di compressori inverter a magneti permanenti che consentono un risparmio energetico del 50%.

Con l’arrivo del 2014 , nascono nuovi servizi complementari, come la gestione delle pratiche PED e successive verifiche e controlli in coadiuvanza con gli enti preposti ed il controllo dello stato a distanza delle centrali, tramite sistema smartlink

La sommatoria dei compressori a risparmio energetico installati da ARIAC e al 2022 ancora funzionanti , consente un minor consumo elettrico di 150 milioni Kwh all’anno, che corrisponde ad un risparmio per i nostri clienti, di circa 36 milioni di euro all’anno.

ARIAC è inoltre orgogliosa di contribuire ad una minore emissione di Co2 di 45000 tonnellate/anno (fonte dei calcoli : rapporto ISPRA 257/2017)

Oggi la gamma di compressori con motori a riluttanza assistiti da ferrite ed inverter , alzano ancora l’asticella , portando i consumi elettrici al -60% rispetto alle macchine di dieci anni prima .

Questo diventa fondamentale visti i forti incrementi del prezzo dell’energia che col 2022 inciderà sui costi dell’impresa

Il 2022 è l’anno del nostro 50° anniversario  ed è  nel segno della continuità , si chiude l’era della seconda generazione e si apre alla terza , con il passaggio di consegne da Benassi Andrea , al nuovo Amministratore Delegato Sabrina Vitali , presente in azienda da oltre 20 anni è pronta per portare avanti i forti valori aziendali

Nell’ambito dell’emergenza COVID-19 , abbiamo dato il nostro supporto alle strutture Ospedaliere , RSA e alla produzione dei DPI indispensabili per la protezione individuale dal Virus , al settore farmaceutico ed alimentare . Nel 2020 e 2021 non è stato fatto 1 solo giorno di chiusura garantendo i nostri servizi  a quanti , col loro supporto , stanno combattendo questa battaglia .