Da decenni leader dell'aria

Chi siamo ??

Innanzitutto un nome , una GARANZIA: ARIAC è l’acronimo di “Azienda Riparazione Impianti Aria Compressa”.

Il segreto del nostro successo è semplice : manteniamo sempre quello che promettiamo e non abbiamo mai lasciato nessuno senza aria.

Con una vasta flotta di macchine in flotta noleggio, che all’evenienza si trasforma in un parco macchine disponibile per le emergenze, nel giro di qualche ora, siamo in grado di ripristinare qualsiasi tipo di esigenza di aria compressa industriale. MAI PIU’ SENZ’ARIA!

scopri la nostra storia

ARIAC in numeri

47

Anni di successo al lavoro

1575

Clienti soddisfatti

7

Tecnici

2363

Progetti realizzati

62

%

Aziende Ottimizzate Energeticamente

80

Gwh x anno

Risparmio totale Energia

13

Milioni €

Risparmio annuo

25200

Ton / anno

Minori emissioni Co2

se la storia insegna...

ARIAC puo' aiutarti nell'attività

Un po’ di storia…

ARIAC nasce in piccolo nel 1972 , in una officina in via fratelli Pinardi a Bologna , per mano di due amici meccanici , Benassi Anselmo e Cristiani Sergio , che iniziarono a fare assistenza sui compressori industriali a pistoni dell’ ATLAS COPCO (serie KT/BT/DR/DT/ER/ET )  . Questi compressori a pistoni , nati nel 1885 per l’azionamento dei freni delle carrozze ferroviarie , sono in assoluto il massimo della affidabilità , sono prodotti in Svezia e sono riferimento a livello mondiale . Una curiosità : la sigla ARIAC è acronimo di Assistenza Riparazione Impianti Aria Compressa. 

La spinta economica degli anni ’70 , porterà in breve ad un largo fabbisogno di aria compressa nell’industria e di conseguenza ATLAS COPCO crebbe in Italia fino ad avere bisogno di una rete commerciale vera e propria ; nel 1974 nacquero i primi Concessionari italiani, fra i quali ARIAC che per la prima volta si trovava ad avere accesso anche alla vendita del prodotto .

L’era dei Compressori a Pistoni industriali giungerà presto al termine , facendo spazio ai nuovi compressori a vite , di cui ATLAS COPCO aveva sviluppato il brevetto ; si pensi soltanto che il brevetto e risaliva al 1956 , ma era prodotto esclusivamente per scopi militari ;  troviamo il più famoso compressore a vite GA 208 sulla portaerei americana USS ENTERPRISE (CVN-65)(1960-2012)  . Quello stesso modello , si poteva trovare nelle migliori industrie italiane (serie GA 208-1408) . Alcuni di questi vecchi GA sono operativi ancora adesso , chi li ha cambiati lo ha fatto solo ed esclusivamente per il risparmio energetico , non certo perché si sono rotti.

Nei successivi anni ottanta . l’officina si trasferisce in spazi più grandi , in via Fabbri a Castelmaggiore e consolida la sua posizione ed il suo nome .

Nel 1989 l’azienda passa alla seconda generazione, con Busi Patrizia e Benassi Andrea, che danno ulteriore spinta allo sviluppo aziendale.

Nel DNA dell’ARIAC rimane una forte impostazione tecnica , rivolta alla risoluzione dei problemi e al servizio assistenza.  Forti di un prodotto come ATLAS COPCO, posizionato ai più alti livelli qualitativi, ARIAC da valore aggiunto al marchio e lo rende “first in mind, first in choice”.

Nel 1994 ATLAS COPCO lancia il primo compressore a vite azionato da inverter (GA 90 VSD)  , tra lo scetticismo mondiale . Quando tutti puntano a togliere materiale e far la guerra con il  prezzo minore , ATLAS propone queste macchine che costano il doppio della più costosa della concorrenza , ma fanno risparmiare corrente . ARIAC ci crede da subito e vende a Bologna il primo compressore inverter Italiano ed uno dei primi al mondo. Si dichiara nero su bianco , il 27% di risparmio energetico. L’anno successivo verrà documentato dall’università di Bologna , un risparmio energetico ben superiore , il 35% . L’azienda che l’aveva comprato , ne acquista un altro : queste due macchine ad oggi sono ancora operative . Oggi il mercato dei compressori è dominato da compressori a vite inverter .

Nel 1995 , ARIAC riceve il riconoscimento Concessionario 100%  e l’accesso diretto al computer in fabbrica in Belgio , grazie ad un un modem 14,4k , gli ordini vengono evasi in tre giorni .

Per far fronte alla forte crescita e all’aumento dei clienti, nel 1999 l’azienda investe in una nuova sede, di superficie tripla rispetto alla precedente. ARIAC è ora in grado di potenziare il magazzino e l’offerta dei prodotti: entrano in portfolio altri prodotti dell’universo ATLAS COPCO, come ad esempio gli utensili pneumatici per l’assemblaggio industriale o i sistemi di trattamento delle condense.

Il binomio fra prodotto eccellente e servizio all’altezza delle aspettative, porterà nel 2002  ad ampliare le isole di riparazione e revisione, nel 2003 ad aderire per primi al programma Concessionario 100% e nel 2004 ad entrare in ISO 9001:2000 e successivamente in ISO 9001:2008.

Nel 2008 Atlas Copco lancia il progetto per la formazione dei nuovi centri tecnici con nuovi standard di qualità sempre più elevati: il programma prevede tra l’altro la formazione dei tecnici presso la sede ATLAS COPCO e un collegamento informatico diretto con le fabbriche di produzione per gestire con efficienza crescente le esigenze di tempistiche sempre più strette . ATLAS COPCO è ormai da tempo una multinazionale, con 56 fabbriche di produzione, migliaia di prodotti complementari al mondo aria compressa e 34.000 dipendenti.

La crisi economica mondiale successiva al 2008, consente all’azienda di dedicare più tempo allo sviluppo dei servizi e alla cura del cliente, vengono organizzati una serie di incontri e meeting, che puntano alla qualifica tecnica, allo sviluppo dell’ergonomia e sul di risparmio energetico applicato alla produzione di aria compressa.  ARIAC è gestita con continuità famigliare. Sabrina Vitali e Andrea Benassi , conducono con passione l’azienda di famiglia.

Nel 2010 è di nuovo anno di record, i contratti di manutenzione programmata trovano forte riscontro , la mentalità industriale è cambiata , ci sono nuovi manager che capiscono che prevenire è meglio che curare e molti clienti aderiscono ad uno dei nostri programmi di manutenzione; nello stesso anno ARIAC diviene distributore nazionale e centro logistico del prodotto AIRNET by ATLAS COPCO, tubi e raccorderia in alluminio AIRNET.

Il 2012 è l’anno del 40° anniversario di ARIAC, corrisponde con un periodo di grande fermento che culmina con il lancio della nuova generazione di compressori inverter a magneti permanenti che consentono un risparmio energetico del 50%.

Con l’arrivo del 2014 , nascono nuovi servizi complementari, come la gestione delle pratiche PED e successive verifiche e controlli in coadiuvanza con gli enti preposti ed il controllo dello stato a distanza delle centrali, tramite sistema smartlink

L’anno della svolta è il 2016, in cui la sensibilità nei confronti dell’ambiente, fa si che si superi lo scoglio del 50% di aziende che producono aria compressa con compressori inverter.

La sommatoria dei compressori inverter installati da ARIAC e attualmente funzionanti, dal lontano1994 ad oggi, consente un minor consumo di 80 milioni Kwh all’anno, che corrisponde ad un risparmio per i nostri clienti, di circa 13 milioni euro all’anno.

ARIAC è orgogliosa di contribuire ad una minore emissione di Co2 di 25200 tonnellate/anno (fonte dei calcoli : rapporto ISPRA 257/2017)

Oggi ARIAC , continua a prediligere l’approccio qualitativo a quello quantitativo , il servizio e la cura e la dedizione per ogni cliente è per noi fondamentale , con velocità , precisione ed efficienza.

“Non crediamo sia difficile soddisfare i clienti . Tre semplici regole da seguire come comandamenti . Prima di tutto la serietà , quando diciamo una cosa la manteniamo e quando diamo un orario lo rispettiamo . Seconda cosa : non lasciamo mai il cliente senza aria , nei problemi che richiedono più tempo per risolverli , siamo soliti fornire compressori equivalenti  in prestito d’uso . Questo ci da modo di eseguire l’intervento di riparazione con la cura e la tranquillità indispensabile per fare le cose fatte bene . Terza cosa : la fiducia , non potremmo mai fare a meno del rapporto fiduciario che ci lega ai nostri clienti . Siamo cresciuti con loro e ci siamo affezionati , perché fanno parte della nostra storia ed noi facciamo parte della loro . Non potremmo mai deluderli . Per questo ci stimiamo di avere una azienda con forte credibilità e con alle spalle il prodotto migliore possibile .”

Sabrina ed Andrea