Il suo scopo è quello di definire le classi di qualità per l’aria compressa industriale per uso generale senza considerare la qualità dell’aria in uscita dal compressore.

QUALITA’ DELL’ARIA COMPRESSA : STANDARD ISO 8573-1 

Chi si appresta all’acquisto di macchine automatiche o di lavorazione , scopre di avere bisogno di aria compressa “di qualità” , i costruttori indicano la qualità dell’aria richiesta facendo riferimento ad una ISO , nello specifico la ISO 8573-1 , e ci si trova di fronte ad una richiesta di classe 1.4.1. senza avere idea di cosa significhi

I tre numeri divisi dal punto , indicano ognuno un inquinante , in ordine di apparizione

-particolato

-acqua

-olio

La classe 1.4.1 , indica max concetrazione di particolato 0,1 mg/mc , punto di ruggiada +3°C , massima concentrazione di olio 0,01 mg/mc (vedi tabelle sotto)

Non ho fatto l’esempio a caso , la classe 1.4.1 è quella richiesta dalla maggiore parte della macchine automatiche o macchine a controllo numerico .

Come si fa ad ottenere questa classe partendo da un compressore a vite lubrificato ? ( quello che hanno il 95% delle industrie italiane) Semplicemente l’aria compressa va filtrata

Mediante filtri specifici per il particolato e per l’olio ( nella sezione prodotti troverete i filtri PD e DD della gamma ATLAS COPCO ) mentre l’acqua la andiamo a ridurre mediante ESSICCATORE FRIGORIFERO .

Classi di qualità più elevate , ad esempio 1.3.1 o 1.2.1 , sono ottenibili solo con essiccatori specifici a membrane o adsorbimento .

A seguire le tabelle utili per l’individuazione della vostra qualità dell’aria

 

CLASSI DI QUALITA’ ISO 8573-1
Classe Max diametro (1)
della particella
Max concentrazione (2)

Massimo

diametro

della particella
e della concentrazione

del contaminante

1 0,1 micron 0,1 mg/mc
2 1 micron 1 mg/mc
3 5 micron 5 mg/mc
4 15 micron 8 mg/mc
5 40 micron 10 mg/mc
(1) Il diametro della particella è basato sul rapporto Beta Bn = 20
(2) A 1 bar assoluto, + 20° C, pressione di vapore relativo 0,6

 

CONTENUTO DI ACQUA ISO 8573-1 – Classi
Classe Massimo dewpoint in pressione Massimo

punto di

rugiada

in pressione

1 – 70
2 – 40
3 – 20
4 + 3
5 + 7
6 + 10
7 —-

 

CONTENUTO DI OLIO ISO 8573-1 – Classi
Classe Massima concentrazione(1) Massimo

contenuto

d’olio

1 0,01 mg/mc
2 0,1 mg/mc
3 1 mg/mc
4 5 mg/mc
5 25 mg/mc
(1) A 1 bar assoluto, + 20° C e pressione relativa di vapore di 0,6

 

Tipo filtro

Trattamento particolato Trattamento olio
DD 0,01 micron efficienza 99,9%

0,3 micron efficienza 99,9%

1 micron efficienza 100%

0,1 mmg/m3
PD

Particolati umidi (aereosol)

0,01 micron efficienza 99,9999%

0,3 micron efficienza 100%

1 micron efficienza 100%

0,01 mmg/m3
PDp

Particolati secchi (polveri)

0,01 micron efficienza 99,9999%

0,3 micron efficienza 100%

1 micron efficienza 100%

QD (filtro a carboni)

QDT (colonna a carboni)

0,003 mmg/m3

Tipo Essiccatore  

Trattamento acqua

Classe ISO 8573-1    

Punto di ruggiada  
FX

FD

4 3 °c
SD

CD -20

3 -20 °c
CD -40

BD -40

2 -40 °C
CD -70

BD  -70

1 -70°C

Un discorso a parte quando si tratta specificatamente di richiesta aria “oil free” o “respirabile” oppure ancora “aria medicale” :

L’aria oil free è ottenibile solo con compressori oil free , serie LF-LZ-SF-ZT ATLAS COPCO (dipende dalla taglia) , l’aria respirabile si ottiene coi sistemi BAP , mentre l’aria medicale si ottiene dai sistemi MED . E’ bene chiarire che l’aria OIL FREE vuole dire ZERO olio e non 0,01 (classe 1)

Andiamo ora ad individuare la vestizione ottimale secondo specifiche classi di qualità

classe 0 (olio) 0.x.x

Utilizzo di compressore Oil free , a seguire essiccatore ad adsorbimento e filtro antipolvere Pdp

classe  1.4.1

Utilizzo di compressore lubrificato GA , essiccatore a refrigerazione FX/FD e batteria di filtri completa DD – PD – QDT (colonna carboni) – Pdp

classe   1.3.1

Utilizzo di compressore lubrificato GA , essiccatore a refrigerazione SD/CD-20 e batteria di filtri completa DD – PD – QDT (colonna carboni) – Pdp

classe 1.2.1

Utilizzo di compressore lubrificato GA , essiccatore a refrigerazione CD-40 e batteria di filtri completa DD – PD – QDT (colonna carboni) – Pdp

classe 1.1.1

Utilizzo di compressore lubrificato GA , essiccatore a refrigerazione CD-70 e batteria di filtri completa DD – PD – QDT (colonna carboni) – Pdp

Per filtrazione da microorganismi vi rimando all’articolo specifico : https://www.ariac.it/qualita-dellaria-compressa-nellera-del-virus-alla-porta/

per info e preventivi andrea.benassi@ariac.it
Previous Post

Danni dell'aria compressa non filtrata

Next Post

Sale Compressori Medicali