Ci sono alcune attrezzature che secondo la legge di bilancio 2020 , hanno accesso ad alcune agevolazioni fiscali ; lo scopo di questo articolo è andare ad individuare su quali prodotti potere usare queste agevolazioni e in cosa consistono .

Tutti i Crediti DI IMPOSTA per l’anno 2020 

In luogo alla proroga del super/iper ammortamento già previsto nelle precedenti leggi di bilancio , ora è previsto un credito di imposta , che varia a seconda che il bene sia incluso o meno nell’elenco dei beni di cui all’allegato A e B . legge 232 del 11/12/2016

SUPERAMMORTAMENTO COMMA 188 , legge 160 del 27/12/2019

I COMPRESSORI  sono beni strumentali , nelle precedenti leggi di bilancio erano agevolabili nel contesto del super ammortamento del 30% . Con la legge attuale n° 160 del 27 Dicembre 2019 , ora gli spetta un credito di imposta nella misura del 6% del costo (comma 188) .

E’ bene precisare che in passato c’erano state informazioni discordanti , anche dovute a chi ha usato in maniera forviante la sigla “4.0” ed era già stato chiarito , con lettera del Ministero dello Sviluppo Economico , protocollo  n. 0151183 del sett 2017 , che i compressori non rientrassero nell’allegato A e B della legge 232 del 2016 e quindi NON avevano e non hanno accesso all’iperammortamento .

IPERAMMORTAMENTO comma 189 , legge 160 , 27/12/2019

Andiamo ora a vedere quali attrezzature possono essere considerate per le agevolazioni dell’iperammortamento .

Le cantraline ES (Energy Saving) sono soluzioni che interagiscono a livello di macchine basate sulla combinazione di sensori, sistemi di controllo e di elaborazione/simulazione connessi in grado di gestire il consumo della risorsa energetica (idrica/pneumatica) e la riduzione delle emissioni in maniera intelligente. Possono pertanto essere ritenuti iperammortizzabili in quanto rientrano nella voce “componenti, sistemi e soluzioni intelligenti per la gestione, l’utilizzo efficiente e il monitoraggio dei consumi energetici e idrici e per la riduzione delle emissioni”. Per ottenere l’agevolazione fiscale, in questo caso sarà necessario dimostrare l’interconnessione di tali sistemi con il sistema informativo di fabbrica.

Le centraline ES sono dotati di uscita di rete e sono assimilabili ad un computer nella rete aziendale ; la visualizzazione dei dati avviene tramite un qualsiasi browser , inserendo l’indirizzo di puntamento indicato a display è possibile monitorare da remoto le condizioni di lavoro , gli allarmi ed il risparmio energetico .

Per quanto riguarda le altre soluzioni, i soli essiccatori e i filtri possono essere ritenuti agevolabili con l’iperammortamento , in quanto rientrano nella voce filtri e sistemi (si intendono anche impianti) di trattamento e recupero di acqua, aria, olio, sostanze chimiche, polveri con sistemi di segnalazione dell’efficienza filtrante e della presenza di anomalie o sostanze aliene al processo o pericolose, integrate con il sistema di fabbrica e in grado di avvisare gli operatori e/o di fermare le attività di macchine e impianti.

Pertanto le CENTRALINE ES6 , ES8 nonchè i FILTRI PD+ DD+ QD+ UD+ ( solo quelli completi di segnalazione elettronica dell’intasamento )  gli essiccatori FD e FX dotati di elettronica per interfacciarli con i sistemi di controllo del cliente , in riferimento a quanto previsto al comma 189 della legge di bilancio , hanno diritto al credito di imposta pari al 40% se “integrate col sistema di fabbrica ed in grado di avvisare e/o di fermare le attività di macchine ed impianti ” ( allegato A legge 232 del 11/12/2016 ).

In pratica l’utilizzatore deve avere , come minimo , un avvisatore acustico/lampeggiante in grado di avvisare un operatore incaricato che c’è una anomalia , in alternativa , ancora meglio , avere un sistema centralizzato di controllo dei processi , nel quale sia possibile integrare il segnale di contatto pulito che proviene dall’essiccatore/filtro/centralina . Senza questi accorgimenti NON è possibile accedere al credito di imposta.

Il credito di imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione con il mod F24 , in 5 quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno successivo all’entrata in funzione dei beni .

Se siete interessati ad acquistare uno degli articoli sopra citati , chiedete un preventivo senza impegno a : andrea.benassi@ariac.it

 

Previous Post

DPR 146/18 - Obbligo registrazione apparecchiature contenenti Gas Fluorurati

Next Post

Danni dell'aria compressa non filtrata